Ritorna

Conferenza

Patrik Reali di Google Svizzera per viaggi sempre più sostenibili

Google a Zurigo: da venti collaboratori a cinquemila, in diciotto anni vissuti in prima linea

Da quando nel 2004 i primi lavoratori hanno iniziato le attività a Zurigo, la sede svizzera di Google si è espansa fino ad accogliere più di 5mila dipendenti, diventando il più grande distaccamento al di fuori degli USA. Un centro che, oltre a lavorare sui servizi per cui la società è famosa nel mondo, è la culla di progetti ambiziosi, anche se meno noti, come Google Travel Sustainability, un tentativo di semplificare un tema complesso come quello della sostenibilità ambientale dei viaggi, rendendo possibile anche per chi non è un esperto valutare l’impatto dei propri spostamenti e fare scelte più consapevoli.

 

È per fare chiarezza su questo tema che Patrik Reali, Ingegnere Direttore (Engineering Manager) di Google Zurich, ha accettato l’invito della Fondazione Möbius, dandoci appuntamento a Lugano per lunedì 12 giugno alla Sala Pestalozzi (al primo piano dell’Albergo Pestalozzi, Piazza Indipendenza 9). Il progetto che ci interessa è nato spontaneamente nel 2019 in seno a una delle sue squadre, dedicata allo sviluppo di Google Flights, il motore di ricerca per i voli, quando il gruppo si è trovato di fronte a una domanda non scontata: “Che cosa possiamo fare per risolvere il problema dell’inquinamento ambientale?”

 

Questo problema, sempre più pressante con l’aggravarsi della crisi ambientale, era di particolare importanza per quel servizio: circa l’8% delle emissioni globali di gas serra sono provocate dal turismo (Nature) ed è innegabile che l’aereo sia uno dei mezzi di trasporto più inquinanti. La prima risposta è stata di rendere visibili all’utente le emissioni prodotte dal viaggio in chiaro nel motore di ricerca. Ma c’è un problema: a differenza di quanto accade, per esempio, con le automobili, informazioni ufficiali sui consumi degli aerei non sono pubblicamente disponibili. È stato quindi necessario sviluppare uno strumento per il calcolo delle emissioni che tiene conto di fattori che spaziano dalla durata del viaggio, alle dimensioni del sedile, alla forma delle ali del velivolo per ottenere quello che è probabilmente il modello più accurato disponibile al pubblico e che sta prendendo sempre più piede anche nell’industria turistica.

 

E non ci si è fermati qui. Perché usare l’aereo se ci sono alternative meno inquinanti? Ed ecco che si è aggiunta la possibilità di trovare e acquistare tratte ferroviarie quando si cerca un biglietto aereo. E il soggiorno a destinazione? Anche questa è una decisione che può avere un impatto importante, per cui il progetto tiene conto anche di eco-certificazioni rilasciate da organismi indipendenti per misurare i livelli di efficienza energetica, conservazione dell’acqua, riduzione dei rifiuti e uso di fonti sostenibili negli hotel, dando accesso anche a questa informazione.

 

A due anni dal suo lancio, Google Travel Sustainability è cresciuto e opera attivamente per aiutare con il motore di ricerca i viaggiatori nelle loro scelte, ma anche per favorire lo sviluppo e l’adozione di standard più sostenibili in tutta l’industria dei viaggi con la sua partecipazione alla Travalyst Coalition, iniziativa voluta e guidata dal Principe Harry. Perché la crisi climatica può essere vinta solo lavorando insieme.

 

Patrik Reali, nato e cresciuto a Lugano, ha conseguito un master e un dottorato in informatica al Politecnico di Zurigo. Reali vive ora con la sua famiglia a Zurigo. Fa il pendolare in bicicletta ed è un appassionato cuoco per hobby.

Reali è a Google Zurigo fin dagli inizi nel 2005, quando i collaboratori erano una ventina, e potrà quindi raccontarci dall’interno l’evoluzione di questa importantissima realtà elvetica che dà oggi lavoro a 5mila persone.

 

Lunedì 12 giugno 2023, ore 18.00

Sala Pestalozzi, Albergo Pestalozzi

Piazza Indipendenza 9, 6900 Lugano

Patrik RealiIngegnere Direttore (engineering manager) a Google Zurich

Patrik Reali, nato e cresciuto a Lugano, ha conseguito un master e un dottorato in informatica al Politecnico di Zurigo. Reali vive ora con la sua famiglia a Zurigo. Fa il pendolare in bicicletta ed è un appassionato cuoco per hobby.

Reali è a Google Zurigo fin dagli inizi nel 2005, quando i collaboratori erano una ventina, e potrà quindi raccontarci dall’interno l’evoluzione di questa importantissima realtà elvetica che dà oggi lavoro a 5mila persone.

Vai alla scheda

Leggi tutto
Torna su